PRESENTATA LA 20 EDIZIONE DI CHOCOFEST – GRADISCA D’ISONZO 24-26 NOVEMBRE 2017

Chocofest celebra i grandi maestri del cioccolato protagonisti delle venti edizioni e si proietta nel futuro con nuove sperimentazioni sul cioccolato

Presentata nella raffinata location dell’enoteca regionale “La Serenissima” di Gradisca d’Isonzo, alla presenza dei tre sindaci che fino ad adesso hanno vissuto il Chocofest, Linda Tomasinsig,il cav. Gianni Fabris e Franco Tommasini, e del consigliere regionale Diego Moretti, la ventesima edizione di Chocofest, il cioccolato in festa.

La regia dell’incontro è stata affidata a Walter Filiputti, presidente del consorzio “FVG Via dei Sapori” e recentemente nominato docente del corso di “Gestione del turismo culturale e degli eventi” presso l’Università degli Studi di Udine.

Associazione Fusi & Infusi per il Cioccolato, Caffè, Thè e Spezie, organizzatrice dell’evento, che, in questo modo, si prefigge di far conoscere il cacao in tutte le sue declinazioni e non solo in quella di pasticceria.

Nei tre giorni di Chocofest, dal 24 al 26 novembre – ha spiegato Lucio Vittor, presidente dell’Associazione Fusi & Infusi - vogliamo far vedere ai nostri visitatori i metodi di lavorazione del cacao e, attraverso laboratori e workshop, offrire gli strumenti per riconoscere un prodotto di qualità e frutto di lavorazione artigianale. Proporremo il cibo degli dei sia nella versione tradizionale, sia in varie reinterpretazioni di ricette e lavorazioni.”

La mattinata si è conclusa con il riconoscimento e la consegna dei Choco Awards ai maestri cioccolatieri che hanno contribuito al successo della manifestazione.

Premiato Giuseppe Faggiotto, per la sua costante ed attiva ricerca delle più pregiate materie prime e maestro che, nella prima edizione di Chocofest, ha portato i laboratori in piazza; Ottavio Maritani, perché con professionalità si è sempre dedicato alla qualità rapportandosi con le eccellenze; Stefano Collaut, perché, con gusto, ha sempre saputo provocare; Mirco della Vecchia, perché, grazie ai suoi progetti di sostenibilità, il cacao è diventato dolce anche per le popolazioni produttrici; Adriano Loris Franz, per aver saputo trasmettere fantasia, creatività e passione per il cioccolato; Antonio Schettini, perché con la sua cioccolata calda ci ha scaldato i cuori; Piero Zerbin, cresciuto con Chocofest e sempre pronto a nuove sfide al fianco degli organizzatori; Fabio Valentinis, il cioccolatiere che ha saputo fondere il cioccolato con il territorio; Fabio de Visintini, per la sua ricerca ed innovazione: ha sfidato la chimica mescolando magicamente l’acqua ed il cioccolato.

Un riconoscimento a Marina Tuni per aver fatto sognare i più piccoli con la fiaba di Cioccolino, il bambino di cioccolato mascotte del Chocofest, ad Antonella Varotto, che ha racchiuso nel cioccolatino “Porta d’Oriente” la storia di Gradisca; a Stefano Comelli per le sue magnifiche sculture di cioccolato ed al giornalista Carlo Morandini per la passione con cui descrive il nostro territorio e le sue eccellenze.

Per l’importanza didattica dell’alternanza scuola lavoro al Chocofest hanno sempre partecipato gli Istituti Scolastici del settore alberghiero con i loro allievi. Quest’anno l’associazione Fusi & Infusi ha voluto ringraziarli per quest’impegno ed ha consegnato loro un riconoscimento con le seguenti motivazioni: al Civiform perché presente già dalla prima edizione; all’ ISIS Stringher perché è operativa alla manifestazione a tutto campo ed al Cefap perché quest’anno ha portato l’innovazione alimentare all’evento.

La festa inizierà venerdì 24 novembre a partire dalle ore 17.00 nella piazza del Teatro e nel parco della spianata di Gradisca, in struttura coperta. Durante i tre giorni corsi, workshop, show cooking e degustazioni ad ingresso gratuito.